lunedì 8 giugno 2009

TU CHIAMALE SE VUOI... ELEZIONI




Leggo con una certa sorpresa i giornali di stamattina.
Raccontano di un risultato elettorale che non c'è e che riserverà ancora moltissime sorprese nelle Amministrative... purtroppo per la sinistra.
Capisco che, quando il sistema di voto è proporzionale, tutti possono dire di aver vinto ma una simile accozzaglia di fandonie è veramente fuori da ogni logica.
Ci si vorrebbe far credere nel tonfo del PDL e nella sostanziale tenuta del PD con contestuale avanzamento degli ex partitini.
Nulla di più falso.
Procedendo con ordine, bisogna preliminarmente tenere conto dell'altissimo astensionismo che ovviamente penalizza i partiti maggiorni.
Tale evento eccezionale comporta un calo fisiologico che si aggira intorno all'1- 2 %.
Analizzando i dati, si nota una calo del PDL intorno al 2.4 % ( rispetto al dato delle politiche) mentre il PD lascia circa il 7%.
Ma allora come diavolo si fa a parlare di tracollo di Berlusconi e di sostanziale tenuta del PD?
Analizzando il dato circoscrizione per circoscrizione va notato che il PDL è stato tradito in primis dal NORDEST ( non credete alla moinchiata del SUD che non vota).
Questo è un elemento di attenzione per Berlusconi perchè è arrivato il momento di concentrarsi sull'economia reale facendo sul serio in campo economico ed infrastrutturale... in altre parole basta a fare lo statista.
Discorso a parte meritano le Isole ove Silvio farebbe bene a togliere lo scettro ai buoni a nulla e capaci solo di disastri.
La vera novità nel centrodestra è costituita dalla Lega.
Altro grosso elemento di attenzione per Berlusconi.
Il risultato dei Padani dovrebbe far capire che lo sfondamento arriva quando si fa sul serio e non si baciano le pile alla Chiesa.
Sull'immigrazione e sulla sicurezza non c'è stata partita perchè gli unici provvedimenti fattivi sono stati quelli di Maroni che, infischiandosene delle critiche, ha strappato gli applausi della gente.
Allora Silvio basta a fare il guscone, rimboccati le maniche e produci cose concrete anche perchè la monnezza sta tornando a Napoli e si comincia a vedere a Palermo, le mignotte sono nuovamente per le strade, gli stupri non cessano, le infrastrutture non decollano, le imprese soffrono, le tasse soffocano, le Amministrazioni Provinciali resistono ed i costi dello Stato lievitano.
Ciò non significa che non si è fatto nulla ... anzi... bisogna solo fare di più e meglio.

PS

Non ho parlato , per decenza, del clamore mediatico sui presunti mirabolanti risultati dell'UDC ne tantomeno intendo sporcarmi le mani commentando la sempre crescente Italia volgare ed incolta che vota per l'Italia dei presunti Valori.

1 commento:

Giampiero ha detto...

Caro Geronimo,
mi viene da sorridere pensare a -7% di Franceschini che parla di "tenuta" del partito, mentre con la "lingua biforcuta" parla di sconfitta di Berlusconi! Ochetto, Prodi, Amato, D'Alema, Rutelli, Veltroni...tutti seppelliti in una sorta di "silenzio siberiano".
Non ci si rende conto ancora che un modello culturale, quello socialista e socialdemocratico, è tramontato, non risponde e non corrisponde alla Società che è profondamente cambiata, con bisogni diversi... concordo assolutamente con te sulle moltissime cose da ammodernare nel nostro Paese, dalle Riforme alle infrastrutture...